News

14 ottobre 2020. Nella memoria della santità

Si è tenuta alle ore 18.00 la celebrazione eucaristica presieduta da don Dennis Feudatari, parroco di Rivolta, in ricordo del secondo anno della canonizzazione di san Francesco Spinelli. Concelebrano don Michele Martinelli e don Andrea Lamperti.
Siamo al rendimento di grazie per eccellenza. Il celebrante nell’omelia ha sottolineato più volte, da diverse angolature, l’affermazione di san Paolo: Cristo Gesù non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio, ma spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo”. E ancora: “Abbiate gli stessi sentimenti che furono di Cristo Gesù”, sentimenti di umiltà e di piccolezza, di obbedienza e di docilità al Padre.

“In padre Spinelli si ritrovano i sentimenti di compassione che sono gli stessi di Cristo: non la vuota pietà, ma il portare insieme i pesi e le gioie; in padre Spinelli, come in san Paolo, trovano unità le differenze. Come nel cuore di Paolo popoli diversi trovano unità, così anche nel Fondatore popoli diversi trovano unità”. E qui don Dennis ha fatto riferimento esplicito alle prime Adoratrici missionarie in Albania dal 1940 al 1946; proprio loro avevano lasciato scritto “ci siamo fatte albanesi con gli albanesi”. 

Don Dennis ha poi concluso sottolineando l’aspetto della consegna, legata allo svuotarsi di Gesù, al dono di sé, perché “non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio, ma svuotò se stesso”: la carità nasce dalla consegna. Come Cristo non si è difeso, si è consegnato così che l’altro può fare di me ciò che vuole, così anche san Francesco ha vissuto la sua storia con fiducia filiale, abbandonato alla volontà del Padre.

“Rendiamo grazie a Dio per averci dato san Francesco Spinelli: grazie alla famiglia di origine di Francesco, grazie alla chiesa bergamasca e cremonese nella figura dei suoi Vescovi, che padre Spinelli ha sempre amato e ai quali ha sempre obbedito, perché mediazioni e strumenti dell’amore di Dio per lui. Così, un atto di fiducia e affidamento dopo l’altro, nelle circostanze della storia di Francesco si rendeva visibile la santità della Chiesa, espressa nella vita di un suo figlio”.

Molti i partecipanti alla celebrazione: suore, laici, membri della Fraternità Eucaristica. Ancora una volta stretti attorno al dono della santità del Fondatore, per rinnovare giorno dopo giorno il proprio cammino di santità.

Per fare memoria della grande festa in piazza San Pietro del 14 ottobre 2018 sfogliamo insieme delle vecchie foto.

Torna alle news

La nostra galleria fotografica

ADORAZIONI

Copyright © 2014 Casa Madre Suore Adoratrici - Rivolta d'Adda - Cremona - Via S. Francesco d'Assisi, 16 - 26027 - Tel.: 0363 1806643 - Fax: 0363 78011 - Mail: info@suoreadoratrici.it PRIVACY