Con i giovani news

SummerCamp – Bellaria 23-26 luglio ‘19

summer camp 2019

È il Signore!”: tre parole che condensano alla perfezione tutto ciò che, passo dopo passo, abbiamo vissuto in questi quattro giorni intensi al mare. Cullati dal sole, dalla sabbia, dell’orizzonte infinito e dalla brezza leggera, questi giorni ci hanno regalato tanta gioia, amicizia, condivisione, relazioni autentiche e tanto, tanto altro ancora… tutto nella bellezza della semplicità e dell’atmosfera spontanea e gioiosa della fraternità che subito si è assaporata.

summer camp 2019

summer camp 2019Quattro giorni di servizio con gli ospiti in un luogo diverso dal solito: immerso negli incalcolabili granelli di sabbia, tra un bagno e l’altro, ci siamo messi in gioco con gli ospiti disabili di Casa Famiglia (Rivolta d’Adda) in diverse attività, che ci hanno regalato tanti sorrisi e ricordi che torneranno spesso nella nostra memoria perché “Il mare ha questa capacità: restituisce tutto dopo un po’ di tempo, specialmente i ricordi” (C. Zafón). …una vacanza in tutti i sensi, che ha preso il sapore della bellezza dello stare insieme!

Uno stare insieme che è possibile perché qualcosa, o meglio, Qualcuno ci tiene insieme. In questi giorni, infatti, non potevi mancare Tu, Signore, non poteva mancare la Tua presenza che abbiamo potuto gustare nel servizio, nella preghiera e nella contemplazione della bellezza del sole che sorge e che – a sorpresa! e dopo una levataccia- abbiamo vissuto insieme, in mezzo al mare, lasciandoci trasportare da quella luce che man mano cresceva e che abbiamo dovuto – o meglio, potuto- godere con pazienza e perseveranza…una pazienza che ci ha permesso di iniziare un nuovo giorno con gli occhi e il cuore pieni della bellezza misteriosa e affascinante che non poteva non farci esclamare come il discepolo Giovanni (cf Gv 21) “E’ il Signore!”.

In questi giorni, infatti, trascorsi in compagnia di Pietro, dal buio della notte con una pesca andata male, alla luce dell’alba che gli ha permesso di riconoscerTi, hai chiesto anche a ciascuno di noi “Mi ami Tu?”… e dentro tante piccole cose abbiamo potuto stare davanti alla Tua domanda per darti la nostra risposta.

Quattro giorni intensi e carichi che non potevano non concludersi, nel silenzio della notte, tutti insieme in spiaggia, riuniti alla Tua presenza nell’adorazione, per scendere più in profondità con ciò che abbiamo vissuto e ascoltato e cogliere, insieme a Te, che cosa ci portiamo a casa da questa esperienza. E allora non possiamo che tornare con la valigia piena zeppa di doni inaspettati e con il desiderio che Tu ci parli sempre, ogni giorno di più, perché noi, ogni giorno possiamo amarti di più e riconoscerTi, come Pietro e Giovanni quella volta sul mare di Tiberiade, Signore della nostra vita.