Con i giovani news

Campo vocazionale a Marsassoum dall’ 11 al 14 luglio 2019

Campo vocazionale senegal 2019

Quest’anno per la prima volta, abbiamo tenuto un Campo vocazionale a Marsassoum dal tema: “Il discernimento vocazionale: la chiamata del Signore”.
Questo Campo ha raggruppato tutti i giovani che desideravano conoscere il nostro carisma di Adoratrici.
Vorrei parlarvi dell’evento, ma soprattutto delle istruzioni ricevute dal Signore attraverso il nostro predicatore, l’abate Bernard Boiro, parroco di Sedhiou.

Campo vocazionale senegal 2019

L’abate ha esordito con la domanda: che cos’è una vocazione?
Vocare è una parola latina che significa chiamare. Per i cristiani, la chiamata viene da Dio, dalla Parola di Cristo che lo invita a seguirlo e ad essere suoi testimoni nel mondo e nella storia. Ogni cristiano con il suo battesimo è chiamato a fare della sua vita una risposta e un servizio. La vocazione battesimale si svolge in tutti gli stati Campo vocazionale senegal 2019di vita. Qualunque sia la nostra vocazione, siamo tutti chiamati alla santità, a partecipare alla pienezza dell’amore di Dio. Ogni vocazione cristiana è il frutto di un incontro personale con Gesù Cristo. Può venire da un’improvvisa conversione (vedi San Paolo) o da una lenta maturazione approfondendo una fede vissuta nella preghiera, la meditazione della Parola di Dio in una vita scandita dall’Eucaristia e dalla riconciliazione e anche in uno spirito di servizio. Ogni vita veramente cristiana è una risposta alla chiamata di Dio a vivere il Campo vocazionale senegal 2019suo amore.
Ci siamo lasciati guidare dall’esempio di alcune figure della Sacra Scrittura: Abramo (tutte le chiamate chiedono di lasciare qualcosa, di fidarsi, di passare dal conosciuto allo sconosciuto), Mosè (tutte le chiamate chiedono di fare una “deviazione”, cioè di lasciare la nostra solita routine per seguire i movimenti dello Spirito Santo), Isaia (i nostri peccati non sono motivo per non rispondere alla nostra vocazione perché il Signore viene a perdonarci), Geremia (tutta la vita è il frutto dell’amore di Dio, c’è sempre una lotta spirituale contro una vocazione e a qualsiasi età, la Vergine Maria (la risposta di Maria fu generosa e spontanea).
La vocazione è un invito di Gesù ad entrare nella sua intimità.
Come entrare in questa intimità di Cristo? Con i sacramenti entriamo in un luogo di grazia per eccellenza, essi infatti sono doni privilegiati della grazia di Dio che ci inseriscono nella Chiesa. È necessaria un’appartenenza alla Chiesa per vivere pienamente la propria vocazione.

Campo vocazionale senegal 2019Al termine del Campo, l’abate ha esortato le giovani in questi termini:
“Per te che vuoi impegnarti, le scelte che fai devono tener conto di ciò che sei, delle tue capacità per permetterti di vivere felicemente in armonia con te stesso, con gli altri e con Dio. Come cristiani, crediamo che Dio sia presente nel mondo e nelle nostre vite, crediamo che chiami ciascuno di noi a diventare pienamente realizzato in una vita di servizio e amore. Dal punto di vista della fede è Dio che prende l’iniziativa e questo fa parte del suo piano di amore per l’umanità.

Campo vocazionale senegal 2019

Il fatto che Dio offra la sua chiamata in vari momenti e con modalità diverse, mostra come sia interessato a ciascuno di noi (“Guardandolo, Gesù lo amò“, Mc 10,21). Allo stesso modo, Gesù Cristo oggi ti guarda e ti ama così come sei. Quale sarà la tua risposta?
Prendere sul serio la propria vocazione è accettare di rischiare con Dio e per Dio. Guardando il tuo desiderio di impegno, Dio ti darà la sua forza per superare paure e ansie”.

Campo vocazionale senegal 2019