Informativa Cookies

Con i giovani news Galleria Giovani

Adora on the road a Padova

Adora on the road 3 2019

Padova, 4-5 maggio 2019

L’ultimo -per quest’anno, sia chiaro- appuntamento dell’ormai noto e atteso “Adora on the road” si è svolto a Padova. Già dall’arrivo è stato evidente che sarebbe trascorso all’insegna di incontri speciali: siamo infatti stati accolti dal monaco benedettino Francesco che ci ha riconosciuti e fermati in mezzo all’affollata piazza Parto della Valle, con nostra grande sorpresa perché non ci eravamo mai visti… eppure eccolo lì che in mezzo alla strada ci aspettava. Padre Francesco ci ha accompagnati, nel pomeriggio, nella visita alla basilica e all’abbazia di Santa Giustina, la quale, in pieno stile de “Il nome della rosa” nasconde un gioiello, la biblioteca.

Adora on the road 3 2019

Avrebbe dovuto accompagnarci l’Abate nella visita invece lui ha cambiato i suoi programmi della giornata per farci accompagnare da padre Francesco, cremonese, sicuro che questo avrebbe portato grande ricchezza e amicizia al gruppo. Un primo piccolo dettaglio, ma importante, perché saranno i dettagli ad essere protagonisti delle nostre riflessioni della sera.

Adora on the road 3 2019

Durante la giornata ad aspettarci ci sono stati anche Sant’Antonio e San Leopoldo, due giganti della fede: il primo ha fatto della sua vita una testimonianza della potenza di Dio soprattutto attraverso la sua parola, non a caso nella basilica a lui dedicata sono conservate le reliquie delle sue corde vocali e della sua lingua. Sant’Antonio ci insegna che se lasciamo agire Dio nella nostra vita perfino l’impossibile diviene reale. In mattinata abbiamo visitato la basilica e, dopo pranzo, partecipato al percorso multimediale proposto dal museo Anthonianum annesso alla stessa basilica.

Adora on the road 3 2019

Raggiunto nel tardo pomeriggio il santuario di San Leopoldo Mandic, un frate francescano ci ha aiutato a conoscere la figura di questo santo.

Adora on the road 3 2019

San Leopoldo, che era piccolo di statura quanto piccolo nello stile e grande nell’affidarsi, è stato capace nell’obbedienza di essere mediatore della grazia di Dio scoprendosi confessore.  Confessava tutti i giorni, 12 ore al giorno. L’incontro con Dio è nella preghiera, nell’adorazione, nell’altro, ma l’esperienza più forte del suo abbraccio è nel sacramento della riconciliazione. Lui è lì che ci aspetta, proprio come Padre Francesco, che te lo ritrovi davanti e proprio come l’abate che agisce dietro le quinte per assicurarti l’accoglienza migliore possibile… San Leopoldo diceva: “La misericordia di Dio è superiore ad ogni aspettativa”.

Adora on the road 3 2019

Al termine della giornata ci siamo spostati a Maserà di Padova per trascorrere la notte. Ad attenderci nella semplicità e gratuità le suore di Santa Maria di Loreto, che ci hanno accolto con un enorme “pasticcio padovano”. Nella sera riflettiamo sull’essere matite che hanno bisogno di lasciarsi impugnare per poter scrivere e ai piccoli dettagli che durante la giornata hanno permesso tanta grazia. Ed ecco finalmente l’incontro più atteso e più speciale: quello con Gesù Eucarestia nell’adorazione notturna. L’Incontro, dove porti te stesso e parli intimamente con Lui, gli poni tutte le domande che hai nel cuore, condividi con Lui tutti i momenti che hai vissuto.

Adora on the road 3 2019

Questa volta, per una degna conclusione, abbiamo condiviso il pranzo a casa di Chiara, dopo ovviamente un momento di condivisione che serve sempre a focalizzare ciò che si è vissuto e capito e a rendersi conto della ricchezza che ognuno porta con sé!

Adora on the road 3 2019